VACANZE IN GUYANA

Bookmark and Share

La capitale Georgetown, sita sulla riva destra del fiume Demerara, è un insieme di moderni hotel e tradizionali costruzioni in legno che con la loro architettura ci riportano indietro nel tempo al 18mo e 19mo secolo quando sbarcaro qui i primi Olandesi ed Inglesi . Non bisogna perdere la vista della Cattedrale San Georgio, che è considerata la più grande costruzione di legno al mondo, né il famoso Stabroek Market, con la sua famosa torre dell’orologio visibile per miglia intorno. In questo mercato, detto “bizzarro bazaar”, trovate di tutto dalla frutta all’oro dalla carne fresca ai gioielli. Caratteristico è inoltre il Demerara Harbour Bridge che è il più lungo ponte galleggiante al mondo che unisce le rive destra e sinistra dell’omonimo fiume.

Altre città importanti sono Anna Regina, Corriverton, Charity, Rose Hall e New Amsterdam, tutte situate sulla costa, mentre Linden, città delle miniere di Bauxite, è 65 mgl nell’interno a Sud sul fiume Demerara.

La Guyana offre un’esperienza unica con la natura, sia che la si esplori con le barche, o con aircraft o con 4x4, la bellezza straordinaria si stende davanti ai nostri occhi come fosse un tappeto. Vediamo il giaguaro camminare libero nella foresta, ascoltando il chiacchierio delle scimmie sugli alberi, ammiriamo il Tucano toco, famoso per avere il becco grande come tutto il resto del suo corpo udiamo il verso del Tucano Rosso che annuncia imminente scroscio di pioggia, ed i versi di altri 700 specie indigene di uccelli, prima fra tutti l’aquila harpy della “lupo volante”, la più grande aquila del mondo.
Vedere: il fiume Potaro che precipita con un salto di 228 mt sul Plateau Pakaraima creando le cascate Kaieteur, scoperte il 29 aprile 1870 da Charles Barrington Brown, il famoso esploratore ; scoprire la Almond Beach, l’unica spiaggia al mondo dove 4 tipi di tartarughe, inclusa la specie a rischio estinzione Olive Ridley, vanno a deporre le uova nella sabbia tiepida sotto i raggi della luna; ammirare i brillanti ibis rossi sulla Shell Beach sono un’esperienza che nessun uomo potrà dimenticare.  

I caraibi offerti da questo paese sono differenti da quelli usufruiti dal turismo tradizionale. Le acque blu diventano marroni in vicinanza delle coste,  ed assumono sfumature ancora più scure quando ci addentriamo internamente nei fiumi e ruscelli.
Così come le acque cristalline mettono gaiezza, le “black waters”  infondono serenità e pace, e sono un elemento importante di scoperta della Guyana. Kaieteur, Orinduik, Andu e Great Falls fanno parte di una catena di cascate che hanno incantato fin dal secolo scorso esploratori, viaggiatori e turisti. Le Kaieteur situate nell’omonimo parco nazionale  foresta vergine pluviale ricca di animali selvaggi, sono dette imperscrutabili. Le Cascate Orinduik  invece sono state paragonate ad una jacuzzi naturale.
Il viaggio di scoperta non si ferma alle “Mighty Falls”.  Viaggiando nella solitudine sul fiume Essequibo scopriamo il bianco villaggio coloniale di Shanklands, e la città della miniera d’oro  Bartica detta “il cancello per l’interno” , famosa anche per la sua regata nel mese di Aprile.  
Non dimentichiamo però la visita alle rovine delle fortezze olandesi come Fort Nasau a Berbice Fort Island e Kyk-Over-Al a Essequibo, né il villaggio Amerindio di Santa Mission, dove si trovano articoli di artigianato di alta qualità fatte dagli indigeni.  
La savannah di Rapununi con i suoi Tepuy, queste montagne con le pareti verticali, nella cui cima esiste un ecosistema unico nel mondo,ci permette di fare escursioni a cavallo, di cacciare, pescare e nuotare. A disposizione per il soggiorno ci sono tradizionali cascine fabbricate con materiale locale, ma riadattate per i turisti.
Per completare l’immersione nella natura ed arricchire la nostra conoscenza dell’ecosistema della Guyana non possiamo tralasciare: il tour Iwokrama rainforest nel cuore della Guyana (numerose organizzazioni internazionali sono impegnate a catalogare la locale flora e fauna, di cui è stimato che ancora il 30% è sconosciuto; Yarwkabra Nature, dove guide esperte ci spiegheranno la natura e l’”anima” dei diversi tipi di alberi; il Giardino Botanico qui tra una collezione estesa di flora tropicale caraibica risaltano tra laghetti, canali e ponticelli i fiori di Loto e la Victoria Regia Lily, fiore nazionale scoperto per la prima volta sul fiume  Berbice ; la visita allo zoo dove è possibile ammirare :mammiferi come giaguari,puma,tapiri,lontre giganti,scimmie dalla faccia bianca, scimmie cappuccine e  manatees; uccelli come aquila harpy,tucani,pappagalli e falchi; rettili come serpenti a sonagli, anaconde, boa smeraldo.